Privacy Policy [Pokémorf] I primi pokémon -

[Pokémorf] I primi pokémon

Come abbiamo detto nel nostro vecchio articolo (che potete trovare qui) il mondo Pokémon è una Terra futuristica. Ma cosa può essere successo per portare un elefante a diventare Donphan? O una semplice rana a divenire Bulbasaur?

La storia

Sulla Terra intorno al XL° secolo DC, iniziò una cruenta guerra che adesso ricordiamo come la terza guerra mondiale. Questo conflitto non risparmiò niente e nessuno, tanto che i pochi superstiti iniziarono a vivere sottoterra per ripararsi dalle radiazioni. Pochi anni dopo il conflitto con un popolo terrestre che stava iniziando a rinascere, avvenne quello che nessuno si sarebbe mai immaginato: la Terra venne attaccata da entità aliene. Questi esseri iniziarono a mietere vittime e a falcidiare tutto l’ecosistema terrestre. Per loro la Terra doveva essere un posto dove sperimentare, vi insidiarono così Mew.

Mew

Mew era un essere particolare: somigliava molto ad un gatto ma era rosa, sapeva volare e cosa stranissima aveva poteri cinetici. I pochi terrestri rimasti iniziarono a darsi alla macchia e alcuni di loro furono catturati dagli alieni. Iniziò così la storia dei Mew. Questi esseri erano in grado di dare vita a cose che non la avevano. Nacquero così i primi Pokémon. In un clima non propriamente vivibile con umani che non abitavano più la Terra gli animali dovettero adattarsi al nuovo ecosistema per vivere. Nelle zone paludose nacquero i Pokémon acqua, in quelle boschive i primi Pokémon erba e in quelle infuocate i primi Pokémon Fuoco. Oggi analizzeremo la storia di Bulbasaur e della sua linea evolutiva.

Bulbasaur e la sua linea evolutiva

Raflessia Arnoldii

La Raflessia Arnoldii è una pianta parassita, ciò significa che vive all’interno dei tessuti di altre piante delle quali propagano i propri austori. Questo viene chiamato rapporto parassitario. L’unica parte visibile è il fiore. Mew volando in giro per il mondo si imbatté naturalmente anche in questa pianta e mise un suo piccolo germoglio all’interno di essa.

Inizialmente i Bulbasaur erano molto più simili alle rane rispetto a come li conosciamo, infatti possiamo dire che le rane sono le antenate di questi Pokèmon. Questi animali dal colore verdognolo vivevano nelle zone paludose, che però in seguito alla guerra e all’attacco alieno divennero boschive. Le rane, dovettero quindi abituarsi e trovare un modo di sopravvivere a questo cambiamento naturale. La Raflessia Arnoldii era diventata una pianta molto comune in quella zona. Fu così che, a causa della scarsità di cibo, questi esseri iniziarono a mangiare piante del genere Tetrastigma (Vitaceae), le piante ospiti per eccellenza della nostra già citata Raflessia.

Bulbasaur Ivysaur venusaur

Non trovando più ospiti adatti alla sua sopravvivenza, la pianta parassita mutò anche grazie al bulbo di Mew. Tale mutazione permise alla Raflessia di insediarsi all’interno delle rane e successivamente iniziarono a crescere dei bulbi sopra la schiena di quest’ultime. Per ospitare questi bulbi, i primi Pokémon dovettero crescere di dimensione arrivando così ad assumere le sembianze dei Bulbasaur come li conosciamo oggi. Il processo evolutivo che portò i Bulbasaur ad essere Ivysaur e successivamente Venusaur fu causato dalla guerra che portò i Pokémon a sopravvivere con altri esseri di questa nuova specie che andava a formarsi. La pianta poteva così crescere e prosperare sulla schiena di questi animali.

Che ne pensate della nascita di Bulbasaur? Fatecelo sapere in un commento, su FacebookInstagramTwitter e sul canale Telegram. Vi aspettiamo!

Niellander

Ideatore di Pokemookie, appassionato dei Pokémon sin dall'infanzia, ho pensato di fondare questa community per condividere con voi le novità su questo mondo fantastico!