Privacy Policy Pokémon World Championship: Day1 recap! -

Pokémon World Championship: Day1 recap!

Eccoci finalmente con l’evento più importante dell’anno per quanto riguarda il competitivo Pokémon. È arrivato il Pokémon World Championship! Tra ieri pomeriggio e stanotte, dalle 15 alle 2 ore italiana, si è giocato il Day1 del mondiale. In questo articolo vi faremo una breve sintesi su come è andata questa prima giornata.

Un Day1 molto difficile

Quella di ieri è stata una giornata con un livello di giocate altissimo, forse come mai si è visto al Day1. Per far capire anche a chi non ha potuto seguire la competizione, vi dico semplicemente che giocatori fortissimi del calibro di Paul Chua, Miguel Martin de la Torre e il campione del mondo del 2014 Sejun Park non sono riusciti a qualificarsi. Un Day1 quindi molto difficile che ha mietuto molte vittime illustri e che ci ha lasciato parecchie sorprese. Molti team che abbiamo visto in streaming, infatti, erano piuttosto particolari.

La fantasia al potere

Durate tutti i nove round del Day1 abbiamo visto molti giocatori fortissimi affrontarsi e, in molti casi, giocare team atipici. I due team più strani che ho scelto di proporvi sono un NecroRay molto usato dai giocatori giapponesi e un Ray-Oh preferito invece da quelli europei. Il primo sfrutta Necrozma Dusk Mane con la Mossa Z Acciaio senza la possibilità di Ultraesplodere, ma con Distortozona per coprire Mega-Rayquaza dalla sua minaccia più grande: Xerneas. Un team decisamente interessante che ha anche ottenuto ottimi risultati per quello che si è potuto vedere in streaming. L’altro team, invece, sfutta il Flusso Delta di Mega-Rayquaza per togliere la debolezza del tipo Volante di Ho-Oh e degli altri membri. Questo team, spesso aiutato da Pokémon come Ferrothorn e Tapu Fini, non ha invece ottenuto gli stesso risultati del primo team nonostante le premesse interessanti.

Come sono andati gli italiani?

I giocatori italiani che hanno partecipato al Day1 del Pokémon World Championship erano ben 27. Tra di loro c’erano giocatori del calibro di Arash Ommati, campione del mondo nel 2013, Leonardo Bonanomi, Roberto Porretti, Mark Duò e Nico Davide Cognetta. Un gruppo assolutamente agguerrito in fin dei conti. Di tutti questi giocatori però solo tre sono riusciti ad ottenere il risultato minimo di sette vittorie e due sconfitte necessario per accedere al Day2 ovvero proprio Arash Ommati, Leonardo Bonanomi e Lorenzo Lax. È importante però ricordare anche due giocatori che fino all’ultimo round se la sono giocata mancando proprio nell’ultimo passo ovvero Gianluca “Ghosty” Grassi e Giuseppe Musicco che hanno perso proprio all’ultimo round. Non ci resta che tifare questi tre giocatori che vanno ad aggiungersi ai sei già qualificati al Day2 che sono pronti ormai per giocarsi il titolo di Campione del mondo.

Oggi alle 14 comincerà il Day2 del Pokémon World Championship e, se anche voi non vedete l’ora, fatecelo sapere commentando l’articolo o su FacebookInstagramTwitter e nel canale TelegramVi aspettiamo!

Xene

Presi Pokemon Perla quasi per caso, ma da lì in poi fu amore allo stato puro. Dopo la quinta generazione (la più bella e non si accettano discussioni), mi sono preso una pausa di riflessione fino allo streaming dei Mondiali di VGC del 2016. Da lì è partita la mia passione per il competitivo che mi ha fatto riavvicinare a Pikachu&Co.