Privacy Policy

Pokémon VGC Road to Worlds: X-Ray!

Eccoci con la seconda puntata di Pokémon VGC Road to Worlds! Dopo aver parlato dell’archetipo Xerndon, in questo articolo parleremo di un altro tipo di team che ha sempre come protagonista il cervo più temuto del VGC. Questa volta Xerneas è accompagnato dal Signore dei Cieli che abita nell’ozono, Mega-Rayquaza, ecco a voi Road to Worlds: X-Ray!

Gli Uber

Xerneas

Il discorso per Xerneas è simile a quello della prima puntata di Pokémon VGC Road to Worlds su Xerndon, il cervo si può giocare in un solo modo: Forza Lunare, Magibrillio, Geocontrollo, Protezione con la Vigorerba che permette il setup in un turno. Tuttavia c’è una cosa in più da considerare ovvero la sua velocità. In questo archetipo, infatti, si usa molto spesso Tapu Fini con la mossa Ventogelato che cala la valocità dei Pokémon avversari. Per questo motivo è importante che il nostro Xerneas abbia almeno 134 punti in velocità così da superare i vari Tapu Koko e Mega Gengar dopo un Ventogelato.

Rayquaza

Non è difficile capire perché Mega-Rayquaza è così forte: un Uber e una Mega fusi insieme. Si tratta di una combinazione difficile da contrastare. Infatti questo Pokémon può essere giocato in molti modi. Le due mosse che non possono mancare mai sono Ascesa del Drago ed Extrarapido per la loro grandissima potenza e utilità. Il set più diffuso in questo archetipo è sicuramente quello mixed con anche Geoforza, Sgranocchio e il Corpetto Assalto che regge svariati colpi e dispensa danni incredibili a tutto il metagame. Tuttavia anche varianti come quella con Danzaspada e il Focalnastro o con Assorbisfera e Geoforza (per contrastare Groudon) sono molto usate.

I team più diffusi

Non esistono molti modi di giocare X-Ray per un semplice motivo: Incineroar e Amoongus sono troppo forti da giocare con Xerneas. Entrambi gli permettono un setup abbastanza facile: il primo, con Bruciapelo e la combinazione di Retromarcia e Prepotenza, mentre il funghetto con la capacità di addormentare tutti con Spora e reindirizzare gli attacchi su di lui con Polvorabbia. Ciò che cambia di solito da un team all’altro sono quindi gli utlimi due membri. Le versioni più forti e diffuse sono due: quella con Tapu Fini e quella con Tapu Koko. La prima ha permesso a Flavio Del Pidio di vincere l’internazionale di Berlino con Nihilego come sesto Pokémon.

Tapu Fini è il perno del team. Ventogelato per speed control, Nube per annullare Xerneas, Idorvampata per distruggere ArcheGroudon e una quarta mossa a scelta come Schermoluce, Ondasana o Ira della Natura (a seconda di cosa si preferisce) lo rendono perfetto in ogni matchup. Nihilego è messo in quel team col compito di rendere più facile una partita contro Xerndon perché con Fangobomba e Pulifumo minaccia Xerneas e con la Mossa Z Roccia tiene sotto scacco Incineroar, Mega-Salamece e anche ArcheoGroudon. Al suo posto spesso si vedono Pokémon come Landorus-T per avere una Mossa Z che mette KO il Pokémon Continente in un turno.

Questa è l’altra versione più diffusa di X-Ray con cui Jean Paul Lopez Buiza ha raggiunto la Top4 dell’internazionale americano. Tapu Koko e Kartana sono stati scelti con un ruolo ben preciso: migliorare il matchup contro RayOgre e i vari team con Yveltal. Il Tapu può essere usato con la Mossa Z per fare ingenti danni a tutti mentre per Kartana esistono diverse versioni: Corpetto Assalto per resistere meglio a qualche colpo o Focalnastro con Ventoincoda per regolare la velocità in campo.

I matchup

Come già detto nella prima puntata, i matchup non sono universali ma dipende molto dagli altri membri del team. In generale però si può dire che X-Ray, anche per la presenza in molti team di Pokémon come Tapu Fini, Nihilego o Landorus-T, può cavarsela bene contro Xerndon, come si è visto anche nella finale dell’internazionale di Berlino.

Rayogre invece è probabilmente il matchup più equilibrato e che può spostarsi da una parte o dall’altra anche solo per una minima tech. Sicuramente Tapu Koko è un ottimo Pokémon contro questo archetipo perché minaccia ArcheoKyogre con la Mossa Z Elettro e Mega-Rayquaza col suo temibile Magibrillio.

Altri team con Lunadon gli possono dare problemi nonostante la presenza costante di Incineroar e una mossa come Idrovampata data al Tapu Fini di turno può sicuramente aiutare ad affrontare ArcheoGroudon, anche se Lunala con la sua Mossa Z peculiare può dare parecchi problemi.

I vari team con UltraNecrozma e Yveltal invece non sembrano un particolare problema grazie a Xerneas che, con un setup al momento giusto, può risolvere la questione senza troppi problemi.

E anche oggi abbiamo finito con Pokémon VGC Road to Worlds! Se questa puntata vi è piaciuta fatecelo sapere commentando l’articolo e sui nostri social FacebookInstagramTwitter e su TelegramVi aspettiamo!

Xene

Presi Pokemon Perla quasi per caso, ma da lì in poi fu amore allo stato puro. Dopo la quinta generazione (la più bella e non si accettano discussioni), mi sono preso una pausa di riflessione fino allo streaming dei Mondiali di VGC del 2016. Da lì è partita la mia passione per il competitivo che mi ha fatto riavvicinare a Pikachu&Co.