Privacy Policy Pokémon VGC: come sarebbe cambiata la finale di Columbus? - Pokémookie

Pokémon VGC: come sarebbe cambiata la finale di Columbus?

Dopo avervi parlato dei team del campione Wolfe Glick e del suo sfidante Graham Amedee, ecco l’ultimo articolo riguardante l’internazionale americano. In questo articolo cercheremo di analizzare e dirvi come sarebbe cambiata la finale Pokémon di Columbus in favore del giocatore australiano se avesse fatto delle scelte e delle giocate diverse.

Prima di cominciare con l’analisi di come sarebbe potuta andare la finale vogliamo precisare una cosa. Con questo articolo non si vuole cercare di sminuire un grandissimo giocatore come Amedee, che è riuscito ad arrivare alla finale di un torneo difficilissimo come un internazionale giocando benissimo per tutta la competizione. Vogliamo solo divertirci e immaginare un “What if“, cosa sarebbe potuto succedere se il giocatore australiano avesse fatto delle mosse e delle scelte diverse. Ora però basta con le chiacchiere e cominciamo!

Tanto per cominciare la prima domanda che ci facciamo è: se Amedee avesse portato dei Pokémon diversi nel primo game? In particolare credo che il suo Tapu Lele avrebbe potuto fare un lavoro discreto. E’ infatti più veloce di tutti i membri della squadra di Wolfe e avrebbe potuto colpire superefficaciemente sia Rayquaza sia Mega-Gengar e fare anche grandi danni a Kyogre. Il Pokémon da togliere per Tapu Lele sarebbe dovuto essere Mega-Medicham, troppo vulnerabile agli attacchi di Rayquaza come abbiamo visto in entrambe le partite. Senza il Pokémon Meditazione però sarebbe stato molto più difficile abbattere Incineroar che dà molti problemi a Lunala, ma con un Kyogre dalla propria parte non era un’impresa impossibile.

Cerchiamo ora di analizzare come sarebbero andate le partite se il giocatore australiano avesse fatto delle mosse diverse, ma con il quartetto scelto da lui.

Game 1

Per quanto riguarda questo game si può dire che Amedee non ha giocato benissimo la sua Megaevoluzione. Essa, infatti, è stata annullata da un’Ascesa del Drago di Rayquaza a turno uno. Certo che l’entrata gratuita di Kyogre al suo posto è stata molto importante, ma forse un Bruciapelo su Rayquaza lo avrebbe fatto sopravvivere di più. Minacciando Incineroar con il suo potentissimo Calcinvolo. La vera possibilità di vittoria però Amedee l’ha avuta al quarto turno quando con i suoi Kyogre e Tapu Koko affrontava il Rayquaza e il Koko avversario. La protezione del suo Uber è stata un’ottima giocata, ma la mossa che avrebbe cambiato la partita era fare Cadutalibera con il suo Tapu su quello di Wolfe. In questo modo il turno dopo Kyogre non avrebbe preso Fulmine e avrebbe distrutto sia Rayquaza sia Tapu Koko con un Primopulsar.

Game 2

Per quanto riguarda il game 2 c’è poco da dire, Wolfe l’ha giocata semplicemente meglio. Il giocatore australiano, probabilmente per la naturale pressione della partita precedente, ha cercato delle giocate improbabili o degli errori del suo avversario che però non sono arrivati. Una cosa importante da dire però è che Amedee in questa finale aveva un match-up sfavorevole quindi probabilmente ha cercato delle giocate rischiose anche per questo motivo: ribaltare una situazione difficile già in partenza. Dopo il non-Bruciapelo di turno 1 che gli è costato Medicham ha anche fatto mosse come uno Zampillo di Kyogre dopo aver subito un’Ascesa del Drago. Questa partita insomma l’ha giocata semplicemente meglio Wolfe che ha fatto solo giocate molto sicure e a basso rischio sfruttando il match-up dalla sua parte.

Quindi che ne pensate? Secondo voi come sarebbe cambiata la finale Pokémon di Columbus? Fatecelo sapere su FacebookInstagramTwitter e sul canale TelegramVi aspettiamo!

Xene

Presi Pokemon Perla quasi per caso, ma da lì in poi fu amore allo stato puro. Dopo la quinta generazione (la più bella e non si accettano discussioni), mi sono preso una pausa di riflessione fino allo streaming dei Mondiali di VGC del 2016. Da lì è partita la mia passione per il competitivo che mi ha fatto riavvicinare a Pikachu&Co.