Privacy Policy Pokémon Spada e Scudo non sono stati apprezzati dai fan? - Pokémookie

Pokémon Spada e Scudo non sono stati apprezzati dai fan?

Tra il Pokèmon Direct del 5 Giugno e l’E3 che si è tenuto tra l’11 e il 14 Giugno, questo mese è stato ricchissimo di novità per il mondo Pokémon. Tuttavia non tutto quello che è stato proposto da The Pokémon Company è stato apprezzato dal pubblico. In un probabile tentativo di innovazione o di originalità, parecchie cose non sono andate come il nostro amato brand sperava.

I Leggendari

Tra le cose che sono state più criticate da Internet (e anche dalla sottoscritta) troviamo certamente i Pokémon Leggendari. Certo, dobbiamo ancora conoscerne molti aspetti, non sappiamo quasi nulla di loro. Si spera che la trama riesca a salvare quelle che sono state scelte di design discutibili. Non solo i disegni di Zamazenda e Zacian appaiono abbastanza vicini a tristi paragoni con cani con bastoni o collari elisabettiani, ma il concetto è anche criticabile. In modo particolare mi sto riferendo a Zacian, Pokémon Spada. Nonostante tra i due sia quello che mi piace di più, mi porta a chiedermi se quel povero Pokémon davvero faccia tutto con la spada in bocca. Almeno per dormire o quantomeno mangiare dovrà pur posarla no? Trovo davvero poco senso a questa scelta.

Il Dynamax

Questa penso davvero sia stata la scelta più deludente. A parte il nome che ho da subito ricollegato ad una nuova trasformazione Winx, ciò che non mi piace è proprio l’idea. Con l’introduzione delle Megaevoluzioni si era davvero dato una sferzata al competitivo Pokémon e al gioco in se. Anche nei recenti titoli si è voluto mantenere questo pensiero di introdurre una nuova feature per il competitivo. Non escludo che il Dynamax rivoluzionerà a suo modo il VGC, anzi, sicuramente lo farà, tuttavia l’idea di un Pokémon gigante la trovo davvero scontata. Sembra davvero che siamo tornati alle prime stagioni di Dragon Ball in cui i personaggi gonfiavano i muscoli, diventavano più grandi e quindi per forza più forti. Sinceramente da TPC mi aspettavo una scelta più originale, ma la color correction non era applicabile al mondo Pokémon vista l’esistenza degli shiny (ok, questo riferimento a Dragon Ball Super era davvero cattivo).

Parla YouTube

Ci tengo tuttavia a sottolineare due cose:

  1. Quelli espressi sopra sono pareri personali che possono anche non coincidere con i vostri gusti;
  2. Il fatto che alcune cosa non siano apprezzate, non significa che tutto il gioco sarà da buttare. Rimango comunque molto curiosa della trama e degli sviluppi di questi nuovi titoli. Senza contare il fatto che molte nuove feature presentate sono davvero interessanti.

Tuttavia anche la risposta di YouTube non è stata delle migliori: tra tutti i trailer presentati all’E3, quello di Pokèmon Spada e Scudo è stato quello che ha ricevuto più dislike in proporzione alle visualizzazioni.

Pare che questi valori siano dovuti non tanto al trailer in sè, quando alla successiva notizia di non inserire il Pokédex Nazionale a Galar. La cosa ha portato a parecchio malcontento tra i fanatici del brand specialmente per l’idea di non poter portare alcuni dei vecchi mostriciattoli nel nuovo titolo. Questa scelta è stata probabilmente dovuta all’incompletezza del Pokémon Home (trovate qui l’articolo), tuttavia è risultata per i fanatici molto deludente.

Voi cosa ne pensate di queste scelte di TPC? Siete rimasti delusi? Diteci la vostra con un commento! E ricordatevi anche che noi siamo su FacebookInstagramTwitter e su Telegram. Vi aspettiamo!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.