Privacy Policy Pokémon Spada e Scudo: analisi competitiva di Slowking di Galar - Pokémookie

Pokémon Spada e Scudo: analisi competitiva di Slowking di Galar

Bentornati AllenaPokémon in un nuovo articolo di Pokémookie! Tra i Pokémon mostrati nel trailer del DLC Le Terre Innevate della Corona del 29 Settembre 2020, uno tra tutti ha attirato la nostra attenzione. No, non mi riferisco al Melmetal Gigamax, ma sto parlando di una forma Galar di cui, fino a poco tempo fa conoscevamo solo la forma base. Allenatori, Pokémon Spada e Scudo si preparano ad accogliere Slowking forma Galar e Pokémookie si prepara ad una nuova analisi competitiva!

Iniziamo subito con le informazioni base forniteci dal sito ufficiale:

Rivelato ufficialmente Slowking di Galar su Pokémon Spada e Scudo! -  Pokémon Next

CATEGORIA: Pokémon Stregone

TIPO: Veleno/Psico

ALTEZZA: 1,8 m

PESO: 79,5 kg

ABILITÀ: Stranofarmaco

Il sito ci dice che il morso dello Shellder sullo Slowpoke di Galar ha attivato una reazione chimica tale da fargli acquisire il tipo Veleno. Al contempo l’intelligenza dello Shellder aumenta a dismisura per via del tipo Psico dello Slowpoke. Il linguaggio della popolazione degli Slowpoke di Galar è molto misterioso poiché sembrano comunicare tra loro per incantesimi che ancora non sono stati tradotti.

Questo Pokémon possiede una mossa esclusiva chiamata Inquietantesimo. Si tratta di una mossa di tipo Psico che non solo fa danno al nemico, ma gli fa anche perdere 3 PP all’ultima mossa usata dall’avversario colpito

Passiamo ora a parlare dell’abilità di questo Pokémon. Stranofarmaco è un’abilità che verrà introdotta dal secondo DLC Pokémon. Il Pokémon che ha questa abilità, una volta entrato in campo ripristina eventuali modifiche alle statistiche degli alleati. Questo significa che si possono annullare gli effetti di eventuali Prepotenze nemiche, ma anche perdere eventuali aumenti di statistiche ottenuti durante lo scontro.

Iniziamo ora una piccolo analisi competitiva del Pokémon.

Paragonandolo a Slowbro Kanto, Slowbro Galar e la forma Johto di Slowking possiamo pensare che anche Slowking Galar sarà un Pokémon da giocare esclusivamente in Trick Room. Se le sue statistiche saranno buone a livello competitivo (purtroppo questo non possiamo saperlo fino all’uscita del DLC), avremo un bel Pokémon da giocare in Distortozona. Probabilmente, vista la sua abilità, sarà un Pokémon di supporto, infatti grazie alla sua abilità sarà possibile eliminare i cambiamenti di statistiche negativi e positivi. Una cosa simile al funzionamento della mossa Haze, insomma.

Attenzione: se Slowking Galar come la controparte di Johto imparerà Baratto (Skill swap), sarà possibile eliminare anche eventuali aumenti di statistiche degli avversari, questa mossa infatti permette di scambiare la propria abilità con l’abilità di un Pokémon in campo. Beh avete capito: il nemico si potenzia grazie alle mosse Dynamax e magari ad una Weakness Policy. A quel punto entra Slowking Galar, magari in Trick Room in modo da attaccare prima e fa Skill Swap. Ecco che tutte le mosse precedenti del nostro avversario sono diventate inutili. Per quanto riguarda la mossa non possiamo dire molto in quanto non sappiamo la potenza della mossa ma, il fatto di essere psico, sicuramente ne riduce l’appeal poiché i buio ne sono immuni. L’effetto secondario purtroppo non è bellissimo.

Cosa ne pensate di questa analisi competitiva di Slowking Galar introdotto dal nuovo DLC di Pokémon Spada e Scudo? Vi piace questo nuovoa forma Galar? Ditecelo in un commento! Vi ricordiamo inoltre che Pokémookie è anche su FacebookInstagramTwitter sul canale Telegram per ricevere aggiornamenti e su un secondo gruppo Telegram per parlare in amicizia. Ci trovate anche su anche su You Tube.

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.