Privacy Policy Pokémon Go vince il premio Sport in Life! -

Pokémon Go vince il premio Sport in Life!

Bentornati, miei cari AllenaPokémon, in questo nuovo articolo dedicato a Pokémon Go. Recentemente questa app ha raggiunto un grandissimo traguardo: ha infatti superato un miliardo di download. Per festeggiare ha anche fatto uscire un nuovo trailer giapponese. Ma questo non è il solo motivo per cui festeggiare! L’app campione di incassi ha ricevuto un enorme riconoscimento: Pokémon Go ha vinto il premio Sport in Life. Si tratta di una onorificenza conferita dalla Sports Agency del Ministero dell’Istruzione, della cultura, dello sport, della scienza e della tecnologia giapponese. Che dire, davvero un bel colpo!

Nella Pokémon Press Conference del 29 Maggio, il presidente Tsunekazu Ishihara ha parlato della volontà di The Pokémon Company di portare progetti indirizzati verso uno stile di vita sano. Già Pokémon Go, con la sua meccanica di schiusa delle uova, faceva sì che i giocatori dovessero camminare. Alla conferenza è stato poi presentato Pokémon Sleep, gioco che misura le ore di sonno di una persona. Anche il corretto riposo è stato quindi considerato da TPC un aspetto chiave per uno stile di vita sano.

Forse sono stati proprio questi elementi che hanno permesso alla Sport Agency di candidare The Pokémon Company per questo premio. E probabilmente è proprio per aver ideato un gioco che, invece di chiudere i ragazzi in casa e rilegarli su un divano, permette loro di uscire e di unirsi per sconfiggere dei Raid. Una grande attenzione all’aspetto sociale e cooperativo, proprio come voleva Satoshi Tajiri, forse è stato proprio l’aspetto chiave. E così Pokémon Go ha vinto il premio Sport in Life nel 2019, 3 anni dopo il suo rilascio.

pogo
pogo

Anche se c’è già un evento per il compleanno di Pokémon Go, credo che un premio sia davvero un bel modo per festeggiare!

Questi tre anni sono stati davvero un successo! Non per nulla da quest’anno il gioco sarà presente ai Mondiali. Certo, il competitivo di Pokémon Go non è complesso e interessante come quello del GCC o del VGC. Tuttavia i punti forti di questa app, a mio parere, sono altri. Vi invitiamo però a continuare a seguirci su tutti i nostri social: Facebook, Instagram, Twitter e Telegram. E ancora tanti auguri a Pokémon Go per il premio Sport in Life!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.