Privacy Policy Pokémon Go fa bene alla salute? 18 miliardi risparmiati all'economia sanitaria! - Pokémookie

Pokémon Go fa bene alla salute? 18 miliardi risparmiati all’economia sanitaria!

Buongiorno AllenaPokémon e bentornati su Pokémookie! Come quasi tutte le mattine, parliamo della famosa app di Mamma Niantic. La notizia di oggi ha sconvolto l’economia sanitaria mondiale. Già tempo fa sapevamo che Pokémon Go avesse vinto il premio Sport in Life e dell’interesse di The Pokémon Company verso la salute. Tuttavia nessuno si aspettava che un gioco Pokémon potesse addirittura far risparmiare 18 miliardi di dollari in salute è davvero pazzesco!

Durante un discorso tenuto al Gamification Healthcare Forum, Tsunekatsu Ishiara ha dichiarato che in questi tre anni di Pokémon Go, gli utenti hanno percorso circa 23 miliardidi chilometri. Egli ha infatti dimostrato come la app di Pokémon Go abbia portato dei benefici in termini di salute ai suoi utenti. Il gioco improntato sul chilometraggio per ottenere premi e schiudere Uova, ha dato i suoi frutti fornendo ai giocatori un motivo per fare movimento.

L’Università di Tsukuba ha recentemente svolto uno studio sui benefici del camminare. I risultati sono stati sorprendenti: in termini monetari corrisponde a 0,061 Yen risparmiati in spese mediche ad ogni passo. Considerando che i passi compiuti sono circa 32,8 milioni di miliardi, il calcolo è piuttosto semplice. Il risparmio è di circa 18 miliardi di dollari (6 miliardi e mezzo solo in Giappone) risparmiati in salute grazie a Pokémon Go. Ovviamente i benefici dell’attività fisica sono a livello di peso, patologie cardio-valscolari e salute. Questo significa che questo calcolo è indicativo di un migliore stato di salute che permette di non ammalarci e non aver bisogno di cure mediche.

Cosa ne pensate di questo incredibile risparmio di ben 18 miliardi di dollari in salute grazie a Pokémon Go? Cifre da capogiro non trovate? questo articolo è terminato, ma vi invitiamo a continuare a seguirci su tutti i nostri social: FacebookInstagramTwitter e Telegram. Vi aspettiamo!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.