Privacy Policy Nuova mossa su Spada e Scudo: il nome lo sceglieranno i lettori di CoroCoro -

Nuova mossa su Spada e Scudo: il nome lo sceglieranno i lettori di CoroCoro

Per la scelta del nome di una nuova mossa Game Freak ha indetto un concorso sulla rivista più famosa in Giappone in ambito videoludico: CoroCoro. La notizia ci arriva da Serebii che nella giornata di ieri ha postato un tweet al riguardo. Non è la prima volta che la rivista insieme alla nostra amata casa di videogiochi fa scegliere ai propri lettori il nome di una mossa, infatti l’iniziativa era stata lanciata anche per la mossa Dragobolide. Il concorso è, ovviamente, aperto solo ai residenti in Giappone. Quindi, miei cari occidentali, mettetevi l’anima in pace.

Copertina di CoroCoro, Gennaio 2018

Sappiamo poco riguardo questa mossa, ma ci è dato sapere che:

  • è di tipo Acciaio;
  • è speciale;
  • ha una potenza di 140;
  • Il suo effetto è descritto come “fa maggiori danni, ma riduce i PS di chi la utilizza del 50%“.

Per il nome viene richiesta una lunghezza massima di 8 caratteri sia che vengano usati Katakana, Hiragana o lettere romane (lingua inglese). Il vincitore del contest vincerà una copia di entrambi i titoli di ottava generazione, ma ci sarà anche un’estrazione tra i partecipanti e altri 20 fortunati riceveranno uno dei titoli. Al popolo nipponico è stato dato tempo fino al 10 Maggio 2019 per inviare la propria proposta.

Come al solito, noi non residenti in Giappone, non possiamo fare altro che stare a guardare ed aspettare. Intanto però seguiteci su Facebook, Instagram, Twitter e sul canale di Telegram per rimanere sempre aggiornati sulle nostre pubblicazoni. Vi aspettiamo!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.