Privacy Policy

Le meccaniche delle Max Raid Battle

Durante il breve Game Play mostrato all’E3 insieme a Junichi Masuda e Shigeru Ohmori, sono state diverse le informazioni che abbiamo potuto carpire. Molte di esse sono sconnesse tra loro, ma per alcune è possibile dare un filo logico e una consequenzialità. Uno di questi argomenti sono le Max Raid Battle. Durante l’intervista è stato possibile vedere il funzionamento di queste lotte e alcune peculiarità del Dynamax.

Le piattaforme raid

Esattamente come abbiamo visto in precedenza, sono una sorta di composizione di rocce circolari illuminate di una sorta di aurea rossa. Quando camminiamo per le Terre Selvagge, vediamo che le piattaforme vicine sono come evidenziate da questo alone colorato, ma non è presente il laser. La luce che si propaga dalle piattaforme al cielo è presente per quelle che si trovano lontano da noi in modo da poterle trovare con facilità.

Da questa immagine è possibile anche notare come nelle Terre Selvagge siano presenti gli NPG di alti allenatori. La cosa è anche confermata dalla presenza di altri allenatori visibili nel game play.

La schermata di inizio battaglia

A differenza di come abbiamo potuto vedere nel trailer, la lotta non inizia avvicinandosi fisicamente alle piattaforme raid sparse per tutte le Terre Selvagge, ma viene aperta una schermata di opzioni.

In questa schermata possiamo vedere diversi elementi. Partiamo dalla parte superiore sinistra. Esattamente come in Pokémon Go, possiamo vedere delle stelline che, probabilmente, vanno ad indicare la forza del boss. Sotto di esso vediamo il tipo e una sagoma del Pokémon che dovremo battere, in questo caso uno Steelix. Subito sotto vediamo il meteo che, come abbiamo già detto più volte, va ad influire sul boss dei raid e sui Pokémon che spawneranno nelle Terre Selvagge.

Sotto al simbolo della pioggia vediamo la scritta: “La battaglia finirà quando i Pokémon saranno esausti 4 volte o la battaglia durerà più di 10 turni“. Probabilmente queste indicazioni fanno riferimento ai Pokémon della nostro team: se tutti finiranno i PS, ovviamente, la lotta avrà termine. Per quanto riguarda i 10 turni, invece, credo sia una sorta di controllo temporale della battaglia. Se il boss non esaurisce i PS in 10 turni, quella battaglia sarà considerata comunque una sconfitta.

Nella parte bianca dello schermo possiamo vedere, invece, il tempo a nostra disposizione per scegliere il nostro Pokémon, i componenti del team, il Pokèmon da loro scelto per la battaglia e se hanno premuto o meno il tasto “Ready to Battle!” con una spunta verde.

La scelta del Pokémon

Come abbiamo visto nell’immagine sopra, possiamo scegliere con quale Pokémon presentarci alla lotta. Premendo il tasto ci viene aperta questa schermata:

Come ci è possibile vedere, la nostra scelta non sarà limitata ai Pokémon che abbiamo in squadra, ma avremo anche la possibilità di selezionare il nostro mostriciattolo dai box del pc. Ovviamente avremo un tempo limite per questa scelta (quello mostrato nella schermata precedente)

La lotta con il boss

Dopo aver premuto il tutti tasto “Ready to Battle!” (o allo scadere del tempo), partirà l’animazione che abbiamo già visto nel secondo trailer e inizierà la lotta.

Nella parte superiore sinistra sarà presente una sorta di chat tra i partecipanti alla lotta. Si potrà infatti vedere sotto forma simbolica se il Pokèmon farà un mossa di attacco (come nel caso di Arcanine e Ludicolo) oppure una mossa di stato (come Togekiss). Nel momento in cui un Pokémon attiverà il Dynamax apprarirà il simbolo di una Winx. No scherzo, vedremo un simbolo rappresentante quelli che paiono essere due corni ricurvi che si intersecano.

I Boss Dynamax

Come già sappiamo, in forma Dynamax il Pokémon riceve non solo un bost nelle statistiche, ma anche i suoi attacchi diventano “Dynamaxizzati”. I boss, oltre a rimanere in forma Dynamax per tutta la battaglia, avranno ulteriori bonus. Alcune volte potranno sferrare più di un attacco per turno, per esempio.

Oltretutto, una volta raggiunta la metà dei loro PS, il boss attiverà una sorta di protezione che lo proteggerà da ben 5 attacchi (che possiamo vedere in rosso sotto la barra dei PS). Qui entrano in gioco le mosse Dynamax del nostro team che si infrangeranno su questa protezione, ma conteranno come più attacchi. Quindi un attacco dynamax andrà a levare a questo Steelix due tacche rosse, come se fossero due attacchi normali.

La cattura

Una volta esauriti i PS del boss, la battaglia sarà considerata vinta e darà a tutti i partecipanti la possibilità di catturare il Pokémon che potrà essere usato normalmente in qualsiasi lotta. Alla fine di questa battaglia Masuda ha specificato che le Max Raid Battle danno dei benefici ai giocatori, anche nel caso non ci sia stata una effettiva cattura. Non è ben chiaro se con “Benefici” intendessero l’esperienza ottenuta oppure qualcos’altro.

Cosa ne pensate del funzionamento di queste Max Raid Battle? Diteci la vostra in un commento qui sotto! Ricordatevi anche che noi siamo su FacebookInstagramTwitter e su Telegram. Vi aspettiamo!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.