Privacy Policy La febbre di Pokémon Rosa: facciamo chiarezza - Pokémookie

La febbre di Pokémon Rosa: facciamo chiarezza

Bentornati AllenaPokémon in un nuovo articolo di Pokémookie! In questi giorni il web è letteralmente invaso da notizie riguardanti un titolo di prima generazione chiamato Pokémon Rosa. Facciamo un pochino chiarezza sulla situazione.

Clefairy al posto di Pikachu

Già da anni si hanno dichiarazioni ufficiali di Ken Sugimori (ideatore di questo mostriciattolo) dell’intenzione iniziale di rendere Clefairy la mascotte del brand Pokémon. L’idea di questo Pokèmon è nata addirittura nel 1990 e si ipotizza essere stato tra i primi mostriciattoli ad essere ideato e arrivati fino ai giochi ufficiali. Ovviamente non senza modifiche! Siamo passati da una prima versione dal nome Pippi passando per il nome prototipo Aria al Clefairy che conosciamo oggi.

Immagine di Helix Chamber

L’idea di usare Clefairy come mascotte del brand era chiara anche dalla prima stesura dell’episodio pilota dell’anime. In questo storico episodio Ash ottiene il suo Pokémon Topo, ma nella prima idea avrebbe dovuto ottenere proprio Clefairy come viene mostrato anche nel manga di Pokét Monsters! Tuttavia l’idea si è poi spostata, appunto, su Pikachu perché considerato più appetibile per famiglie. Inoltre girava voce del fatto che ritenessero il rosa un colore troppo “femminile” ragion per cui si temeva di perdere la fetta di pubblico maschile.

Cinque titoli di prima generazione?

Oltre questo era già risaputo da tempo che la prima idea dei giochi di prima generazione fossero 4: tre basati sugli starter e uno sulla mascotte. Qui sarebbe dovuto nascere Pokémon Rosa, con protagonista appunto Clefairy. La scelta di prendere Pikachu come mascotte si è tuttavia rivelata vincente per il brand Pokémon. Il nostro topo giallo è conosciuto da tutti e ancora oggi è uno dei mostriciattoli più universalmente conosciuti.

Tuttavia un piccolo accenno a quanto Clefairy veniva considerato importante dai creatori del gioco lo si può trovare in due piccoli dettagli. Il primo risiede nel fatto che la PokéBambola si ispira proprio a questo Pokémon. L’altro si trova in Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia, dove Bill si fonde per errore proprio in un Clefairy!

Un leak su Pokémon Rosa

Un leak apparso settimana scorsa sul web avrebbe confermato definitivamente non solo la presenza effettiva di Pokémon Rosa in stringhe di codici, ma anche che fosse un progetto contemporaneo a Giallo, Rosso, Verde e Blu.

Ciò significa che inizialmente l’idea era che dovessero uscire 5 titoli di prima generazione. Quindi la domanda è: avevano inizialmente pensato di poter usare Clefairy come mascotte “principale” e Pikachu come secondaria (un po’ come con Eevee)? Oppure capito il cambio di mascotte hanno abbandonato il progetto Pokémon Rosa per dedicarsi agli altri? O semplicemente la loro progettazione è stata successiva alla decisione di cambiare mascotte ma si è tentato comunque di portare avanti Pokémon Rosa?

Cosa ne pensate voi di questa storia? Hanno fatto bene a scegliere Pikachu come mascotte? E cosa ne pensate di Pokémon Rosa? Ditecelo con un commento! Inoltre Pokémookie non vi lascia soli e potete trovarci anche su FacebookInstagramTwitter sul canale Telegram per ricevere aggiornamenti e su un secondo gruppo Telegram per parlare in amicizia, da poco tempo siamo sbarcati anch

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.