Privacy Policy

Il salvataggio di Pokémon Spada e Scudo

Bentornati AllenaPokémon e bentornati su Pokemookie! In questo articolo vogliamo parlarvi di un argomento che ha fatto scalpitare tutto il web. Il metodo di salvataggio di Pokémon Spada e Scudo. Dalle analisi del trailer trasmesso il 5 Settembre, possiamo notare una piccola scritta in alto a destra con la dicitura “Now saving“.

Questo piccolo dettaglio ha mandato nel panico gran parte della Community Pokémon. Questo tipo di dicitura potrebbe stare ad indicare la possibilità di un salvataggio automatico del gioco. Questa possibilità potrebbe rappresentare un problema per alcuni sistemi particolari di gioco. Per esempio nella situazione di un salvataggio e successivo reset per ottenere il leggendario con la natura favorevole. Un salvataggio automatico renderebbe impossibile questo tipo di procedura, tuttavia sarebbe molto di aiuto per altre situazione. Per esempio quelle in cui si scarica la consolle e si spegne prima che riusciate a salvare (ditemi che non è successo solo a me, vi prego.)

Tuttavia nuovi aggiornamenti rassicurano gli utenti: il gioco avrà un salvataggio manuale. Una schermata mostrante le opzione di gioco di Pokémon Spada e Scudo ci permette di vedere anche un’icona di salvataggio.

Questo ha tranquillizzato molto gli appassionati del brand Pokémon. Non è ancora chiaro se in Spada e Scudo saranno presenti due metodi di salvataggio o uno solo, tuttavia possiamo essere sicuri che quello manuale ci sarà.

Cosa ne pensate voi? Ci sarà il salvataggio automatico in Pokémon Spada e Scudo? Diteci la vostra con un commento! Ricordatevi anche di seguirci sui nostri social FacebookInstagramTwitter e Telegram. Vi aspettiamo!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.