Privacy Policy I Pokémon mai nati: i Lostmon pt.11 periodo 1A - Pokémookie

I Pokémon mai nati: i Lostmon pt.11

L’altra volta ci eravamo lasciati al periodo 1A e un possibile inizio del periodo 1b (dettato dalla presenza di due MissingNo) del famoso “PM (Pocket Monster) Kaiju Zukan“, potete trovare il precedente articolo qui. Siccome i mostriciattoli in questo gruppo sono parecchi (potete vedere la lista nelle due immagini qui sotto) vengono divisi in categorie. Precisiamo che queste categorie fanno riferimento ai Pokémon di questo periodo. Partiamo con lo scoprire questa suddivisione.

Prima di cominciare, ringraziamo ancora Helix Chamber per il loro lavoro e per averci permesso questa collaborazione. Il lavoro di ricerca e scoperta è puramente loro, noi ci occupiamo solo di tradurlo in Italiano.

I tipici mostri da RPG

In questa categoria troviamo Pokémon come Grimer e Gastly. questi fanno parte di due tipologie di mostri spesso usate nei giochi RPG. Si tratta dei “slime monsters” (mostri slime) e “cloud/ghost monster” (mostri nuvola/fantasma). In questa categoria vengono inseriti anche i Capumon che imitano altri oggetti, come ad esempio Voltorb. Esso è stato presumibilmente inserito tra i mostriciattoli nel momento in cui sono state pensate e inserite le “capsule” (prime Pokéball) come oggetto in game. Anche Tangela, Exeggcute ed Exeggutor possono essere visti come “mostri imitatori” in qualche modo (rispettivamente imitatori delle liane, delle uova e della palme). In questa categoria rientra anche Gengar. Questo Pokémon è stato creato basandosi sull’idea dell’alter ego. il nome, infatti suona simile alla parola tedesca Gänger (derivata dal verbo andare che significa “che passa”). Questa parola si trova all’interno anche della parola Dopplengängers, letteralmente “doppio viandante”, ma più correttamente ha significato di alter ego o sosia. (che la teoria di Gengar come alter ego di Clefairy abbia un fondo di verità?).

Apparizione di “Pokéball” in una mappa del progetto Capumon

Mostri simili a dinosauri o Kaiju

Partiamo da una piccola definizione: con Kaiju (letteralmente “strana bestia”) intendiamo un mostro tipico della fantascienza Giapponese. Come abbiamo già detto, molti esseri presenti in questi periodo sono proprio ispirati ai Kaiju della serie tv degli anni ’60 Ultra Seven. tra loro vediamo “Gyaasu” (il primo Gyarados), Nidoking, Nidoqueen, Kangaskhan, “Ivysaur” (anche se il suo design dell’epoca era molto più simile a Venusaur), Rhydon, Rhyhorn, Staryu, Omega e Blastoise. In essi si possono vedere chiari riferimenti alle serie di Godzilla e Ultraman.

I mostri ispirati alla fauna

Primo design di Spearow

In questa categoria rientrano tutti quei Pokémon e Capumon che sono facilmente riconducibili ad un animale. Spearow è ispirato ad un uccello, Tentacool ad una medusa e Shellder ai bivalvi (tipi di conchiglie caratterizzate da un guscio doppio e simmetrico, come le vongole o le cozze). Helix Chamber fa rientrare in questa lista anche mostri facilmente riconducibili ad un particolare ambiente o habitat: Cubone per esempio è associato al deserto, Gastly ai cimiteri, Shellder ai mari, fiumi o laghi di Kanto.

Insetti giganti

Kasanagi, capumon mai nato

Come tutti sappiamo, l’idea di poter catturare i mostri è nata da una passione di Satoshi Tajiri per gli insetti e la loro cattura. Di conseguenza, non ci sorprende l’esistenza dei Pokémon Coleottero e che siano anche i suoi preferiti. Al contrario rimaniamo sorpresi dal notare che in questo periodo i Pokémon insetto siano solo due: Pinsir e Scyther. E bisogna dire che Scyther in questa fase nemmeno assomigliava troppo ad un insetto! Si dice che tra i Capumon ci fossero due mostri ispirati a due diversi tipi di scarafaggi, ma al momento non ci sono prove di questo.

I mostri utili

In questa categoria rientrano tutti quegli esseri che vengono spesso descritti dai creatori come “aventi uno specifico ruolo nella società umana”. Tra questi vediamo Lapras, ancora oggi nominato Pokémon Trasporto, Rhyhorn, che vediamo in alcune bozze trasportare barelle con feriti o cavalcato da umani, e Clefairy. Non è ben chiaro il motivo per cui anche questo Pokémon sia finito in questo elenco, ma pare che sia stato presenti in primi bozzetti del progetto Capumon.

Mostri “rivali”

Si tratta di controparti “cattive” da dover sconfiggere senza catturare. Che si possa riferire alla linea evolutiva di Gastly? Oppure si tratta di una sorta di origine del tipo Buio? In effetti questo tipo, in Giapponese, viene chiamato “malvagio” e fa riferimento ad esseri dall’indole maligna o dispettosa. Però se questo fosse vero, significherebbe che inizialmente l’idea del gioco non era quella del “acchiappali tutti“. Che questa una logica di gioco sia arrivata dopo?

Power Kings

Abbiamo già fatto un accenno a questo tipo di mostri in una precedente puntata. Si tratta di esseri definiti da Tajiri stesso “forti come soldati“. Sono però difficili da trovare e richiedono diverso tempo di esplorazione. Si tratta da una categoria abbastanza misteriosa, motivo per cui non si riesce a fare una lista dei mostri al suo interno.

Mostri ispirati al folklore

Tra questi troviamo diversi Pokémon. Helix Chamber si è limitato a dare un elenco di questi Pokémon, quindi ho svolto una piccola ricerca per trovare le varie ispirazioni.

Sazae Oni, yokai d’ispirazione di Slowbro
  • Slowbro, poichè si pensa essere ispirato ad una gigantesca salamandra asiatica oppure al Saezae oni, uno yokai giapponese simile ad un grande mollusco;
  • Lickitung, ispirati probabilmente ai camaleonti, per via della loro lunga lingua possono essere avvicinati ai Karakasa. Si tratta dello spirito di un ombrello che al compimento dei 100 anni si anima, questi yokai vengono quasi sempre rappresentati con una lingua molto lunga;
  • Exeggutor, si pensa possa essere ispirato alla Jinmenju o Ninmenju. Secondo la leggenda giapponese, si tratta di un albero presente nelle vallate e i suoi frutti hanno teste umane che ridono in continuazione senza mai parlare;
  • Gyarados, è probabilmente ispirato ad un Drago cinese e alla leggenda secondo la quale se una carpa riesce a risalire una cascata, essa si trasforma in un drago. Il tipo Volante viene invece associato ai Koinobori, una usanga nipponica tipica della festa dei bambini. Nella giornata del 5 Maggio si appendono carpe di carta o stoffa per farle volare;
  • Arcanine,si pensa possa essere basato sugli Shisa, creature mitologiche dall’aspetto canino o felino, o sugli Xièzhi, una creatura leggendaria tipica della mitologica cinese e coreana. Ha l’aspetto di un leone con un corno sulla testa.

I mostri miraggio

Sembrano essere dei predecessori del concetto di Pokémon Leggendario. Si pensa che inizialmente Arcanine sarebbe stato inserito in questa categoria essendo lui basato su una bestia leggendaria cinese (prima del restyle). Effettivamente era stato definito dal primo Pokédex come “leggendario” e in una scena dell’anime (la prima stagione) lo possiamo vedere rappresentato insieme ai Moltres, Zapdos e Articuno. Altro Pokémon che avrebbe potuto far parte di questa categoria è Gyarados. Non tanto per la sua ispirazione, quanto per le sue statistiche di base che inizialmente gli erano state attribuite. Altro candidato è Omega, il Capumon robotico che facilmente può essere concepito come “unico”. Ovviamente si tratta solo di speculazioni perchè, come ben sappiamo, il primo periodo manca di organizzazione e non segue una struttura precisa.

La chicca finale

Ci troviamo davanti, signori e signori, ad un primo schizzo di quella che avrebbe dovuto essere Kanto. Questa mappa è stata rivelata per la prima volta nel 2018 nel manga sulla vita di Satoshi Tajiri.

Per oggi ci fermiamo qui AllenaPokémon, ci vediamo la prossima settimana con il periodo 1B. Intanto cosa ne pensate di queste categorie e della mappa di Kanto? Ditecelo in un commento qui sotto! Ricordatevi che noi siamo su Facebook, Instagram, Twitter e su Telegram. Vi aspettiamo!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.