Privacy Policy Gadget Pokémon: le collezioni Re-Ment - Pokémookie

Gadget Pokémon: le collezioni Re-Ment

Oggi voglio portare alla vostra attenzione una serie di oggetti e soprammobili da collezione a tema Pokémon. La mia passione per le miniature mi ha portato a conoscere questa marca giapponese che si occupa di collezioni per piccoli oggetti di vario genere. L’azienda in questione è la Re-Ment che dal 1998 produce con gran cura e attenzione ai dettagli questi piccoli oggettini.

Tra i loro prodotti spiccano anche delle collezioni proprio a tema Pokémon. Vi porto qui di seguito alcune di esse.

La collezione Pokémon Forest rappresenta alcuni dei nostri mostriciattoli interagire con il tronco di un albero. Qui possiamo trovare: Pikachu (immancabile), Rowlet, Bulbasaur con Oddish, Elekid con Bellossom, Teddiursa, Pichu, Pidgeot e Celebi. Ognuno di essi si trova in una posizione differente e intento a compiere un’azione differente.

Questa collezione chiamata Petit Fleur rappresenta alcuni dei nostri mostriciattoli all’interno di una boccetta di profumo con tanto di fiori diversi in base al colore predominante del Pokémon. I personaggi questa volta sono: Pikachu (che è sempre ovunque), Vulpix Alola, Butterfree, Eevee, Leafeon e Sylveon. Non solo la figure, i colori e i fiori al suo interno sono diversi per ogni personaggio, ma anche le forme delle boccette cambiano (esse infatti sono 3 differenti).

L’ultima collezione che vorrei mostrarvi è quella dei Terrarium. In questo caso il contenitore è a forma di Pokéball e presenta al suo interno la figure in una sua ambientazione creando così un piccolo “ecosistema” dove il mostriciattolo può stare. In questa collezione troviamo: sempre Pikachu (onnipresente), Lapras, Snorlax, Bulbasaur, Dragonair e Eevee.

Ovviamente queste sono solo alcune delle collezioni proposte dalla Re-Ment, ma la qualità di questi prodotti è davvero alta. Infatti i prezzi di queste blind bag sono abbastanza alti: dai 10 ai 15 euro a scatolina.

Cosa ne pensate di questi prodotti? Fatecelo sapere e ricordatevi di seguirci su tutti i nostri social per essere sempre al passo con i nostri articoli (Facebook, Instagram, Twitter e canale di Telegram)!

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.