Privacy Policy Leakata una beta di Rosso e Verde sarà vero? - Pokémookie

Leakata una beta di Rosso e Verde sarà vero?

Dopo un’estate passata sviscerare mappe, oggetti e pokemon della versione demo del 1997 di Pokemon Oro leakata, una storia simile è giunta al nostro orecchio: è disponibile su internet una versione beta di Pokemon Rosso e Verde. Gli autori di tale “Hackrom” (passatemi il termine) sono gli stessi che hanno leakato Pokemon Oro Beta, il Team Space World che, per l’occasione, ha collaborato con Helix Chamber.

Personalmente quando ho saputo la notizia ho storto un pochino il naso. Guarda caso, dopo tutto il fomento che si era creato nel mondo dei fanatici dei mostriciattoli tascabili, proprio ora viene annunciato la beta di quello che è stato per molti di noi, la prima cartuccia. Il punto è che ancora oggi tantissime persone passano ore a giocare a quei vecchi titoli alla ricerca di malfunzionamenti chiamati glitch, tra questi i più famosi sono i Missingno. Che l’uscita di oro Beta abbia fatto pensare a questo Team: “Ehy! Ma se molti Missingno si sono rivelati in seguito Pokemon fatti poi apparire in una diversa generazione e in oro  beta abbiamo scoperto Pokemon che non sono mai stati rilasciati, allora è possibile che dietro a questi missingno ci siano dei pokemon mai visti!”? Non è impossibile, ma di certo non è la prima cosa che pensi mentre scopri la giocabilità di Oro beta dopo 21 anni.

Dalle loro dichiarazioni pare che questa rom differisca dalla beta originale solo di qualche nome modificato per renderlo meno cacofonico. I missingno si sono rivelati essere sprite di NPC e Pokemon (sia rilasciati in seguito con alcune modifiche, sia mai visti prima).

Premettendo la mia abissale ignoranza in campo informatico, che è paragonabile solo alla capacità di Primepe di stare calmo e tranquillo a bere un thè, davvero non ho idea di come questo sia stato possibile, ma la mia domanda è principalmente una: proprio ora? Non per mettere la pulce nell’orecchio a molti di voi, ma sinceramente trovo la cosa un pochino strana. È praticamente certo che ci siano delle versioni beta dei giochi, ma arrivare a scoprirne due a così poca distanza mi sembra esagerato anche perchè credo sia strano che i creatori abbiano lasciato così tanto “materiale scartato” dentro una cartuccia che, rispetto alla capacità di memoria dei supporti attuali, è molto limitata.

Che questa sia solo una “trovata pubblicitaria”? O pensate sia veramente possibile che questi geni dell’informatica abbiano scoperto altri mostriciattoli mai arrivati sulle nostre consolle? Fatecelo sapere con un commento qui sotto o sulla nostra chat di Telegram!

Vi aspettiamo!

Autore: MadHatter

Niellander

Ideatore di Pokemookie, appassionato dei Pokémon sin dall'infanzia, ho pensato di fondare questa community per condividere con voi le novità su questo mondo fantastico!