Privacy Policy Analizziamo Galar pt. 3 - Pokémookie

Analizziamo Galar pt. 3

Dopo i primi articolo che potete trovare qui. Diamo uno sguardo alle zone che hanno particolarmente destato l’interesse del team. Ci sono alcune cose che mi hanno parecchio incuriosito sia nel trailer, che dalla visione complessiva della mappa, ma andiamo con ordine da sud a nord.

I Laghi

I laghi

Una delle prime cose che attirano il nostro sguardo sono i due laghi che si trovano a nord della città iniziale. La cosa che fa storcere un attimo il naso alle persone è la loro peculiare forma che si avvicina molto a quella di un N ed una P a mio parere. Credo sia parecchio curioso dare proprio queste forme così singolari a due laghi e metterli proprio in una zona centrale della mappa. Senza contare che sopra al lago N possiamo notare un’antica torre in pieno declino. Questa zona pare raggiungibile da una scalinata posta a nord di essa che esce direttamente dalla città industriale. Dallo zoom su questa zona non si riesce a notare nulla di particolare, ma la forma e la collocazione continuano a sembrarmi poco casuali.

Il paesaggio rurale

Il paesaggio rurale

Tra la città industriale e la zona montana troviamo una zona pianeggiante costeggiata da un fiume. In questa zona ritroviamo i campi coltivati (che abbiamo visto anche nella città iniziale) e al centro quella che identificherei come la palestra di tipo erba. Le strutture attorno alla palestra sembrano disporsi in modo circolare ed è costellato da steli di pietra (che possiamo notare sia dalla mappa che dal trailer). Questi colossi sono, alcuni integri a formare delle sorti di archi, altri rimangono solo rocce tra i campi (dettaglio che si può notare meglio dalle immagini trasmesse alla Nintendo Direct del 27 Febbraio). Una cosa hanno in comune queste colonne di pietra sono le incisioni su di esse che abbiamo identificato con delle antiche rune, ma anche di questo torneremo a parlarne più tardi.

Trovo comunque doveroso un accenno al curioso fatto che tutte le palestre che abbiamo notato nella mappa fino ad ora, diversamente da come siamo abituati nei vecchi giochi Pokemon, non sono situate all’interno dei centri abitati.

Il disegno nel grano

Doverosa parentesi per il disegno che abbiamo visto nel trailer che si trova in questa zona. Appena ho visto quell’immagine ho associato la cosa ad una sorta di “cerchio nel grano”, ma non sono riuscita bene a capire l’origine di tale illustrazione. Ciò che posso dire è che ha creato diverse opinioni nel nostro team tra cui l’idea che ciò che fosse rappresentato sia Melmetal con dei Meltan ai suoi piedi.

Diversamente da questo io credo che sia la rappresentazione di un “gigante” dotato di una sorta di cosa con la capacità di emettere poteri che paiono elettrici dal suo unico occhio. In un primo momento quel simbolo spiralizzato lo avevo associato ad un sole anche per via di quelli che mi parevano essere “raggi”, ma dopo un’osservazione più attenta ho notato che l’inizio della spirale è la testa del gigante. Sono abbastanza convinta del fatto che tale energia venga sprigionata da esso poiché le figure che appaiono ai suoi piedi sono disegnati in modo disordinato e alcuni rovesciati come se fossero sofferenti, come se il gigante li stesse attaccando.

Per quanto riguarda l’identità dei piccoli esseri ai piedi del nostro “sputa fulmini”, li ho associati inizialmente agli umani, ma poi guardando bene le teste ho riconosciuto il classico disegno di quegli alieni che vengono definiti i “grigi”, con grandi teste e occhi enormi.

Ragazzi questo viaggio insieme per questa ragione è davvero terminato! ……

Credevate eh? Mi dispiace, ma manca ancora alcune parti importanti per concludere questo viaggio: a cosa si sono ispirati i creatori? Volete sapere le nostre opinioni? Vi aspettiamo nel prossimo articolo! Intanto vi ricordiamo di seguirci su Facebook, su Instagram ! Unitevi al canale e alla chat di Telegram per parlare tutti insieme e sfidarci su UL e US! Vi aspettiamo!

MadHatter

MadHatter

Ho conosciuto i Pokemon quando la mia sorellastra minore iniziò a giocare a Pokemon rosso durante un viaggio in auto, così iniziai a seguire il gioco presa dalla noia. La noia diventò un forte interesse e ricevetti così il mio imprinting. Ricordo che mi arrabbiai perecchio con mia sorella che, non sapendo ancora leggere, giocava premendo i tasti senza nessuna logica e insegnando al suo Clefable mosse a caso. Capendo l'interesse per il gioco la risposta arrivò poco dopo: il Game Boy e la prima cartuccia.. ma questo fu solo l'inizio.